Skip to main content

Stucco epossidico – Riempitivi per ogni applicazione

stucco epossidico

 

Se hai un graffio nella tua auto o un buco nel muro e sei un artigiano di talento, puoi prendere gli attrezzi da solo e risparmiare un sacco di soldi. Tuttavia, questo richiede non solo gli strumenti e le competenze giuste, ma anche il giusto stucco. Nella nostra guida ai riempitivi epossidici, vi informeremo sui vantaggi e gli svantaggi di questo riempitivo e su come può essere applicato in modo ottimale. Vi diciamo anche a cosa fare attenzione quando volete acquistare lo stucco epossidico.

 

 

 

Cos’è lo stucco epossidico?

I riempitivi in generale vengono utilizzati per riempire antiestetiche ammaccature, graffi, crepe, buchi o giunti. Si distingue tra lo stucco pronto all’uso, che può essere utilizzato immediatamente, e lo stucco secco, che deve essere prima mescolato con acqua.

Esistono tuttavia altri tipi di riempitivi, come ad esempio i riempitivi a base di resina. Questi includono lo stucco di resina epossidica.

Epoxyspachtel è un riempitivo plastico che funziona a base di resina epossidica e può essere utilizzato come riempitivo per calcestruzzo e legno, oltre che come riempitivo plastico e riempitivo in PRFV. La sua applicazione è molto semplice e la miscelazione dei due componenti non è di solito difficile per l’utente. Viene miscelato in un rapporto di 2 : 1 (componente base per l’indurente).

Lo stucco di resina epossidica è privo di solventi. Questo stucco di plastica può essere utilizzato su molti materiali diversi, come ad esempio:

  • Legno
  • Calcestruzzo
  • Alluminio
  • Acciaio
  • CSF
  • Plastica

Questa compatibilità con diversi materiali, così come l’aggiunta di diversi additivi o materiali di riempimento, offre molte diverse possibilità di applicazione. Lo stucco epossidico è quindi ideale per riempire fori o ammaccature, ma anche per livellare le irregolarità e persino per riparare i danni al legno.

stucco epossidico bicomponente

 

 

 

Diversi campi di applicazione dello stucco epossidico

Lo stucco di resina epossidica non è molto popolare solo nel settore delle applicazioni industriali e marittime, ma anche tra gli utenti fai-da-te e gli hobbisti. Ma lo stucco epossidico può fare di più che riparare i danni alle carrozzerie delle auto o agli scafi delle imbarcazioni: Rimuove anche crepe e giunti indesiderati in pareti e pavimenti in cemento e massetti, rendendolo adatto ad ogni tipo di riparazione immaginabile.

Lo stucco di resina epossidica taglia anche una bella figura nella costruzione di piscine e come sigillante per traboccamenti o transizioni. Ma le applicazioni possibili sono ancora di più.

 

 

Riempitrice auto / GFK

Prima o poi, ogni auto mostra segni di usura, siano essi causati da incidenti o da una lieve disattenzione. A volte le devastazioni del tempo hanno semplicemente rosicchiato la carrozzeria. Poi compaiono ammaccature, crepe, ammaccature o graffi. Gli artigiani per hobby di solito sanno cosa fare: riparano la zona in questione con l’aiuto di stucco per auto.

Ma quale stucco per l’auto è il migliore? Dopo tutto, ci sono molti prodotti diversi disponibili sul mercato.

Il riempitivo epossidico è un riempitivo bicomponente che in linea di principio è adatto a quasi tutte le superfici. Tuttavia, soprattutto le parti della carrozzeria delle automobili in lamiera o in plastica traggono vantaggio dalle eccellenti proprietà di questo materiale. Quando si utilizza un riempitivo epossidico bicomponente per auto, si prega di notare che non dovrebbe essere utilizzato con primer monocomponente. È meglio attenersi completamente ai prodotti bicomponenti.

 

 

Stucco in legno

Come plastica liquida, la resina epossidica può essere utilizzata per dare al legno una superficie idrorepellente. Come stucco per legno 2K è in grado di riparare e sigillare crepe e fori in componenti di legno danneggiati. Spesso viene applicato non solo con una spatola, ma anche con siringhe o spazzole, per ottenere una maggiore precisione nel lavoro.

mastice epossidico bicomponente in pasta

 

Il riempitivo per legno epossidico 2K è spesso mescolato con farina di legno per aumentarne la resistenza. In seguito, il riempitivo è talmente resistente che può essere utilizzato per riparare i telai delle finestre esposte a raggi UV e agli agenti atmosferici.

Dopo che la resina si è indurita, si può lavorare su di essa meccanicamente con strumenti come una smerigliatrice, una raspa o una sega. Una volta levigato, si può anche dipingere o verniciare. Questo gli permette di abbinare il suo colore all’ambiente circostante e non si nota dopo la riparazione.

 

 

Barche in vetroresina stucco epossidico

Lo stucco in resina epossidica non è adatto solo per la riparazione di danni alla carrozzeria, ma anche per la riparazione di scafi di imbarcazioni. I proprietari di imbarcazioni in PRFV beneficiano dell’elevata resistenza all’osmosi, delle buone proprietà adesive, soprattutto sui componenti rinforzati con fibre di vetro, e della facile applicazione del riempitivo epossidico. Lo stucco epossidico si presta in modo eccellente anche per i lavori di profilatura.

Il riempitivo GFK è adatto sia per le zone sottomarine che per quelle sopra l’acqua. Anche come sostituto del gelcoat, il riempitivo GFK è una buona scelta.

Il sottofondo per lo stucco in PRFV deve essere privo di grasso e polvere e leggermente levigato per garantire un’adesione ottimale del composto. Dopo circa sette ore ad una temperatura ambiente di almeno venti gradi Celsius, la miscela indurita può essere sabbiata.

 

 

Vantaggi e svantaggi dello stucco epossidico

Il riempitivo a base di resina epossidica presenta vari vantaggi e svantaggi:

Vantaggi

 

  • Semplice miscelazione e altrettanto semplice elaborazione
  • Breve tempo di indurimento fino a quando il composto non può essere macinato
  • Applicabile su molte superfici diverse
  • Non contiene solventi
  • Elevata resistenza alle sollecitazioni termiche e meccaniche
  • Può essere applicato a strati
  • Elevata resistenza ai raggi UV e agli agenti atmosferici
  • Elevata resistenza alla corrosione ed elevata resistenza alle sostanze chimiche e agli olii
  • Elevata resistenza all’osmosi
  • Ritiro molto basso dopo l’indurimento

Svantaggi

 

  • Lo stucco di resina epossidica è relativamente costoso
  • La resina epossidica ha generalmente un potenziale allergenico; pertanto è necessario adottare misure di protezione adeguate quando si lavora con essa
  • Come stucco di legno ha lo svantaggio di non far respirare il legno; si dice che non sia aperto alla diffusione

Qui diventa chiaro che lavorare con lo stucco epossidico è sicuramente utile, in quanto offre all’utente solo pochi svantaggi, ma molti vantaggi.

 

 

Istruzioni: Applicazione di stucco epossidico sull’esempio dell’auto

Prima di tutto, è meglio non tentare di riparare i danni al veicolo se non si dispone delle competenze necessarie. In caso contrario, è possibile che il danno diventi ancora più grave e che un grave problema di ruggine possa presto minacciare.

 

stucco per plastica

 

Per evitare che questo accada, vi aiutiamo con le nostre istruzioni per lo stucco epossidico:

  • Per prima cosa si dovrebbe carteggiare il sottofondo su una vasta area se si vuole applicare lo stucco epossidico su un’ammaccatura o un graffio. Siate abbastanza generosi; l’area lavorata può essere molto più grande della macchia di stucco vera e propria. Quindi adescare la superficie con un primer epossidico. Questo dovrebbe essere applicato in modo sottile per garantire una protezione ottimale contro la ruggine sottostante. A questo punto è indispensabile utilizzare un primer che corrisponda al riempitivo epossidico, altrimenti non è garantita una sufficiente protezione dalla ruggine in combinazione con il riempitivo epossidico.
  • I bordi di uscita della macchia di stucco devono essere levigati molto finemente. È possibile utilizzare ad esempio 220 carta vetrata.
  • Ora è possibile mescolare lo stucco secondo le istruzioni fornite. Tuttavia, mescolare solo la maggior parte di esso come si può utilizzare in circa cinque minuti, in quanto il tempo di vita della pentola è limitato.
  • Se avete acquistato lo stucco epossidico in una pratica cartuccia doppia, potete applicare lo stucco a pressione a pistone su una tavola piana e mescolare accuratamente i due componenti con una spatola fino ad ottenere una massa omogenea.
  • Dopo di che, le ammaccature profonde vengono prima riempite in modo sottile con il filler. A questo scopo, il riempitivo viene strofinato nel substrato. Ora l’ammaccatura è completamente riempita con il riempitivo epossidico.
  • Cercate di ottenere una superficie il più possibile liscia, in modo da non dover carteggiare l’ammaccatura riempita inutilmente in seguito. Tuttavia, di solito è necessaria un po’ di levigatura.
  • Lasciare asciugare lo stucco epossidico per almeno sei-sette ore e levigarlo con cura. Successivamente è possibile applicare un Finishing Filler epossidico. Una volta che avete lavorato l’area fino a quando non è completamente liscia, potete dipingerla come volete.
  • Il tubo di dosaggio della cartuccia di riempitivo epossidico deve essere pulito accuratamente dopo il lavoro per evitare che il composto si secchi.

 

 

Istruzioni di sicurezza per l’applicazione di stucco epossidico

Anche quando si lavora con lo stucco epossidico, occorre prestare attenzione a garantire la sicurezza, in quanto si può venire a contatto con sostanze potenzialmente pericolose. Indossare indumenti a maniche lunghe e protezione per bocca e occhi. Si dovrebbero usare anche i guanti. Assicuratevi che il vostro posto di lavoro sia ben ventilato. Se le mucose o gli occhi vengono a contatto con il riempitivo epossidico, lavarli bene con acqua tiepida per alcuni minuti e poi consultare immediatamente un medico. Portate la confezione al vostro medico in modo che possa immediatamente farsi un’idea degli ingredienti.

 

NON maneggiate il fuoco aperto vicino al vostro posto di lavoro!

stucco per polipropilene

 

 

 

 

Domande e risposte

Nelle nostre FAQ troverete risposte brevi e concise alle vostre domande più importanti:

Quale stucco per auto?

La risposta a questa domanda dipende dal danno che si vuole riparare. Ci sono diversi riempitivi. In generale, se si danneggia l’auto, si inizia con un riempitivo. Poi si applica una stuccatura fine. Oltre ai riempitivi standard, ci sono riempitivi a base di resina e riempitivi metallici. Non è possibile dire in generale quale sia il riempitivo più adatto per riparare il danno alla vostra auto. In generale, tuttavia, lo stucco in resina epossidica è adatto per una gamma molto ampia di applicazioni.

Riempitrice auto quanto tempo di asciugatura?

Di norma, lo stucco deve asciugare per circa sei-sette ore prima che si sia completamente indurito e possa essere carteggiato.

 

Ci sono molti diversi riempitivi disponibili in commercio, tra i quali è possibile scegliere quello più adatto a voi. Se date importanza a uno stucco che offre diverse possibilità di lavorazione e che è facile da maneggiare, vale certamente la pena di dare un’occhiata più da vicino allo stucco epossidico.

stucco bicomponente

 

 


Articoli simili