Skip to main content

Resina da Colata – Guida e istruzioni per la Resina per Stampi

resina da colata

 

Le resine da colata sono resine epossidiche appositamente sviluppate, progettate per stampi per colata, figure, gioielli e alcune altre applicazioni. Vi mostreremo dove deve essere usata la resina da colata e cosa dovete considerare quando acquistate la resina da colata.

 

 

 

Cos’è la resina da colata?

La resina per colata è una resina epossidica a bassa viscosità che consiste di due componenti: la resina vera e propria e l’indurente corrispondente. Quando questi due componenti sono mescolati, si verifica una reazione chimica che provoca l’indurimento della massa per un certo tempo.

E questo ci porta alle caratteristiche speciali della resina colata – la sua consistenza a bassa viscosità. Questa proprietà permette alla resina di penetrare e di riempire anche le più piccole cavità. La consistenza più sottile ha anche un’influenza sul tempo di polimerizzazione, che è notevolmente più lungo. Con la resina da colata abbiamo un prodotto altamente specializzato per applicazioni molto specifiche.

 

 

Acquista la resina da colata – La migliore resina a confronto

C’è un gran numero di resine diverse da acquistare. Purtroppo, i produttori usano spesso termini diversi, il che rende difficile distinguere tra resine da colata e resine epossidiche. Spesso si usano anche termini come resina di laminazione o gel / topcoat, che possono portare a costosi acquisti sbagliati. Abbiamo confrontato le migliori resine da colata tra loro e le abbiamo confrontate in una tabella chiara.

 

Dipon Resina epossidica Epoxyplast 3D
  • Resina epossidica ultra 3D diamantata trasparente ad alta brillantezza: resina epossidica altamente trasparente, simile ad acqua, senza alcuna sfumatura giallastra
  • Versare 5 cm (50 mm) a seconda del volume senza reazione esotermica.
  • Senza solventi e senza bolle d'aria: nessun bisogno di aspirapolvere o riscaldamento. Finitura trasparente e senza bolle. Come il vetro.
  • Rapporto di miscelazione: 100: 30 (A+B) (peso).
Vista su Amazon

 

Dipoxy-2K-700PRO fino a 10 cm
  • Applicazioni in strati spessi fino a 10 cm.
  • DIPOXY è adatto in modo ottimale a quasi qualsiasi tipo di applicazione.
  • Nel settore della gioielleria, falegnameria, per es. dei tavoli cosiddetti "Rier Table", pavimenti, stagni, acquari, terrari, nonché nella costruzione di imbarcazioni e aerei.
  • Adatta perfettamente per essere colata in stampi in silicone, carbonio o aramide e anche connessioni in fibra di vetro sono possibili.
Vista su Amazon

 

 

 

Le differenze tra resina colata e resina epossidica

 

Resina da colata

  • Consistenza a bassa viscosità
  • Tempi di polimerizzazione notevolmente più lunghi
  • Quindi tempi di lavorazione più lunghi
  • Con la colata di resina possono essere colati strati più spessi
  • Grazie alla consistenza sottile, gli strati di vernice si mescolano rapidamente

 

Resina epossidica

  • Consistenza più viscosa
  • Tempi di polimerizzazione più rapidi
  • Tempi di lavorazione relativamente brevi
  • Sono possibili solo strati sottili fino ad un massimo di 2 cm
  • gli strati di inchiostro rimangono separati e sono più facili da controllare

 

 

Colorare la resina colata

La resina da colata può essere colorata come la resina epossidica con paste coloranti, inchiostri ad alcool e pigmenti colorati. La nostra guida Colorazione resina epossidica presenta questi in dettaglio e fornisce molti consigli per l’applicazione.

 

Poiché la resina da colata è a bassa viscosità, cioè a corpo sottile, i diversi strati di vernice si mescolano più velocemente che con la resina epossidica. Questo non ha un ruolo nella maggior parte delle applicazioni, ma per esempio nell’arte della resina è importante una buona separazione del colore.

 

resina per stampi

 

 

Spessore massimo possibile dello strato

Le resine da colata di solito curano molto più lentamente, quindi producono meno calore. Ciò consente di ottenere strati di colata molto più spessi, fino a 10 centimetri. Questo aumenta anche la quantità massima che può essere lavorata in una sola volta, in modo che, a seconda del prodotto, si possono lavorare fino a 10 kg in una sola volta. Si prega di osservare le istruzioni del produttore, tuttavia, poiché esistono anche prodotti con i quali è possibile colare contemporaneamente uno strato di massimo 5 centimetri di spessore.

La generazione di calore è generalmente una questione molto importante, perché se lo strato o la quantità è troppo spesso, la resina epossidica in particolare può diventare così calda, che questo può portare a delle ustioni. Ne risente anche la qualità della miscela polimerizzata, in modo che la perdita totale del progetto possa essere il risultato. Inoltre, se la resina di colata diventa troppo calda a causa della reazione esotermica, vengono rilasciati fumi tossici. Pertanto, indossare sempre indumenti protettivi e una maschera di respirazione.

 

 

Tempi di polimerizzazione

Le resine da colata richiedono fino a una settimana per essere completamente curate. L’enorme vantaggio sta nel tempo di lavorazione: se la resina epossidica può essere lavorata solo per pochi minuti fino ad un’ora, ci sono prodotti in resina da colata di resina con un tempo di lavorazione fino a 24 ore. Questo ha diversi effetti positivi:

  • Per le aree più grandi, questo lascia più tempo per la fusione e l’incorporazione
  • Soprattutto con grandi quantità di resina con colori diversi è necessario molto tempo
  • Le bolle d’aria possono fuoriuscire molto più a lungo a causa del tempo aperto

A parte la maggiore pazienza fino alla fine del progetto, non ci sono fondamentalmente svantaggi fintanto che la resina da colata viene utilizzata per la corretta applicazione.

 

 

Per quali applicazioni è adatta la resina colata?

Per evitare contrattempi, si dovrebbe sempre considerare l’utilizzo del prodotto giusto prima di versare la resina. La resina colata può essere utilizzata per le seguenti applicazioni:

 

 

 

Versare la resina sintetica Guida passo dopo passo

 

Preparazione di attrezzature e materiali

La procedura viene qui spiegata utilizzando l’esempio di un cuore decorativo con fiori secchi, materiali naturali e fiocchi di mica.

Prima di tutto, è necessario posizionare tutti i materiali e gli strumenti necessari in modo da averli a portata di mano. La resina per la colata di resina viene fornita con informazioni dettagliate e istruzioni del produttore per quanto riguarda l’esatto metodo di lavorazione e importanti indicazioni di sicurezza. Si prega di leggere attentamente queste informazioni prima di iniziare a lavorare.

Ciò è particolarmente vero se si ha poca o nessuna esperienza nella lavorazione della resina epossidica. Dato che il materiale di diversi produttori può avere proprietà diverse anche nell’ulteriore lavorazione, questa procedura è estremamente importante. Occhiali di sicurezza, guanti e protezione delle vie respiratorie dovrebbero essere obbligatori per la vostra sicurezza quando usate la resina. Si dovrebbe anche coprire l’ambiente di lavoro con una pellicola per proteggerlo dai danni causati dalla resina.

resine per stampi

 

 

Miscelazione della resina

Nel nostro esempio utilizziamo una resina epossidica a bassa viscosità in 2 parti. Questo è sempre mescolato nel rapporto 2 : 1. Anche in questo caso, tuttavia, sono possibili differenze legate al produttore, per cui si prega di osservare le istruzioni del produttore. Per far scomparire le bolle nella resina, lasciarla riposare per circa un minuto dopo la miscelazione. In alternativa, potete anche farvi passare sopra un asciugatore ad aria calda per un breve periodo (!).

resina per colata

 

Versare la base da resina sintetica

Per evitare la successiva contaminazione del pezzo finito, pulire accuratamente lo stampo utilizzato da polvere, macchie o corpi estranei prima di versare la resina. Solo allora iniziare la colata di resina del primo strato. Nel nostro esempio, vogliamo produrre un cuore decorativo che sia alto solo pochi centimetri e che sia quindi fuso solo da due strati.

Se si vuole lanciare un pezzo più grande con uno stampo più profondo, si deve lavorare in più strati. È importante prestare attenzione alle istruzioni del produttore sulla confezione, in quanto lo spessore massimo di uno strato può variare a seconda della marca di resina epossidica.

resina poliestere da colata

 

Posizionamento degli elementi decorativi

Dopo aver versato il primo strato di resina epossidica, la cosiddetta base, rimuovere le bolle che si sono formate nello stesso modo in cui si sono formate durante la miscelazione. Gli elementi decorativi di vostra scelta vengono poi posizionati su questa base. Oltre ai fiori secchi, ai materiali naturali e ai fiocchi di mica, nel nostro esempio viene utilizzata una piccola libellula di plastica.

Mettiamo gli elementi nella resina ancora liquida, poiché si tratta di un materiale molto leggero. Se si vogliono usare cose più pesanti come cristalli o pietre, il tutto deve essere messo sulla resina già essiccata per evitare che il materiale affondi. Con questa procedura si ha l’impressione che gli oggetti siano “galleggianti” nella resina.

In determinate circostanze, quando gli oggetti vengono inseriti, possono formarsi piccole bolle d’aria intorno agli oggetti. Tuttavia, questi possono essere facilmente rimossi spostando con attenzione gli elementi avanti e indietro e premendo con attenzione verso il basso. Uno stuzzicadenti è molto utile per questo. Naturalmente non ci sono limiti alla creatività nella scelta e nel posizionamento degli elementi decorativi.

 

Suggerimento: Gli elementi con un “lato cioccolatino”, come nel caso dei fiori, per esempio, vanno inseriti nella resina con questo lato rivolto verso il basso. Il motivo è che il lato inferiore dello stampo in silicone è in seguito il lato anteriore “bello” del pezzo.

 

resina da colata economica resina liquida per stampi

 

Lasciare che il primo strato curi

Ora la base dovrebbe asciugare completamente. Se necessario, possono formarsi nuove bolle nella resina epossidica, che devono essere rimosse prima dell’indurimento. Come spesso accade che gli elementi decorativi inseriti si spostano proprio all’inizio dell’indurimento, si prega di assicurarsi che rimangano al loro posto. Per quanto riguarda il tempo di indurimento, osservare le istruzioni del produttore. Alcuni produttori raccomandano di non applicare il secondo strato fino a quando la base non è completamente asciutta. Altri, invece, consigliano di versare il secondo strato sopra lo strato non ancora completamente indurito, in quanto ciò permette ai singoli strati di legarsi meglio.

resina colata

 

Colata del secondo strato di resina

Per la colata di resina del secondo strato, è necessario miscelare prima la resina da colata nuova dopo che la base è indurita o essiccata. Procedere come per la prima miscela. Dopo la miscelazione, si dovrebbe passare sopra la resina finita con un essiccatore ad aria calda per rimuovere eventuali bolle. Quindi riempire completamente lo stampo con la resina epossidica. Per evitare la formazione di bolle, anche in questo caso viene utilizzato il soffiatore ad aria calda. Un altro vantaggio di questa procedura: Se ci sono parti mal mescolate nella resina, questo impedisce che esse “galleggino” e lascino uno strato appiccicoso sulla superficie del pezzo finito. Anche in questa fase bisogna sempre assicurarsi che lo stampo sia privo di polvere e peli. Mentre il secondo strato si sta asciugando, è anche consigliabile controllare più volte se si sono formate delle bolle nella resina. Questi possono poi essere rimossi immediatamente.

resina liquida prezzo

 

Rilascio dallo stampo

Dopo il tempo di indurimento raccomandato dal produttore, si prega di verificare se la resina è effettivamente sufficientemente asciutta da liberarla dallo stampo. Questo è il caso se non è ancora completamente duro, ma anche non più appiccicoso. È necessario prestare attenzione al momento del rilascio. Poiché l’elemento non è ancora completamente indurito a questo punto, è abbastanza possibile che si pieghi leggermente durante questo processo. In questo caso, l’oggetto deve essere accuratamente riportato alla sua forma originale prima dell’indurimento finale. È importante che il rilascio avvenga su una superficie pulita, liscia e uniforme.

stampi per resina da colata resine da colata

Bilder Anleitung: © Jane Lenahan / Maia and the Wildflower

 

 

Ultimo ma non meno importante: Il finale

Dopo il rilascio, i bordi del campione unico fuso possono essere leggermente ruvidi e taglienti sul retro. Tuttavia, questo può essere facilmente corretto con una microrete fine o una semplice carta vetrata. Se si è lavorato con uno stampo in silicone lucidato, il lavoro in sé di solito non ha bisogno di essere riaffilato, in quanto questi stampi sono estremamente lisci e lucidi e producono una superficie quasi perfettamente liscia. Abbiamo preparato per voi istruzioni dettagliate sul tema della smerigliatura e della lucidatura della resina epossidica.

Quando si levigano i bordi, si dovrebbe quindi fare attenzione solo a non scivolare accidentalmente e a non danneggiare la superficie liscia. Ora avete la possibilità di decorare il vostro oggetto finito, ad esempio con un arco o un nastro di iuta, praticando un piccolo foro nel pezzo fuso e facendo passare il nastro decorativo attraverso di esso.

 

resina da colata per stampi

 

Un piccolo consiglio alla fine: I pezzi unici in resina epossidica e fiori o materiali naturali devono essere protetti dalla luce diretta del sole. Altrimenti potrebbero sbiadire e perdere un po’ della loro luminosità.

 

 

Fonte: Jane Lenahan von “Maia and the wildflower», https://maiaandthewildflower.blogspot.com

maiaandthewildflower

 

 

 

Colata di resina cristallina – Come ottenere risultati trasparenti

Se non si vuole colorare la resina da colata, allora per la maggior parte delle applicazioni si desidera che la resina da colata si indurisca cristallina.

 

  • Utilizzare prodotti di alta qualità dei produttori di marca
  • Prestare attenzione ad un filtro UV di alta qualità
  • Esatto rispetto del rapporto di miscelazione
  • Il rivestimento con una vernice supplementare con filtro UV può dare risultati migliori

Consigli: Anche se tutti questi punti vengono osservati, è importante sapere che nessuna resina da colata è completamente immune all’ingiallimento nel tempo. Soprattutto in caso di utilizzo all’aperto, in presenza di vento e di condizioni atmosferiche, questo non può essere impedito in una certa misura.

stampi per resina epossidica

 

 

Durezza della superficie

In generale si può dire che le superfici in resina epossidica sono più dure di quelle delle resine fuse. Questo non deve essere sempre un male, perché una minore durezza significa maggiore flessibilità, il che può essere un grande vantaggio soprattutto quando si lavora con legno, vetro o altri materiali mutevoli. Ad esempio, il legno si restringe a causa del cambiamento della temperatura o dell’umidità.

È importante considerare se queste proprietà sono desiderate o meno. Per un tavolo o una superficie con elevate sollecitazioni meccaniche, una resina epossidica, che forma uno strato duro e resistente all’abrasione, è la scelta migliore. Vale quindi la pena applicare uno strato di resina epossidica come finitura per ottenere una migliore resistenza meccanica, ad esempio, su un tavolo di legno.

 

 

Suscettibilità all’inclusione di bolle d’aria

Sia la resina epossidica che la resina colata Entrambi i materiali sono ugualmente suscettibili alle inclusioni di bolle d’aria. Le bolle d’aria possono fuoriuscire più facilmente con la resina epossidica perché è uno strato più sottile. Questo permette alle bolle di salire in superficie più rapidamente e quindi di scoppiare. Tuttavia, la resina colata ha anche un vantaggio per quanto riguarda le inclusioni d’aria: grazie alla lunga durata del vaso, le bolle d’aria hanno più tempo per uscire dalla resina colata

Ma anche quando si lavora con la resina da colata, si possono fare alcuni preparativi per evitare il più possibile bolle d’aria, anche con strati più spessi. Se si lavora con superfici porose come il legno, è possibile applicare in anticipo un sottile strato di resina epossidica. In questo modo si sigilla la superficie e le bolle d’aria non possono più uscire da queste superfici porose ed entrare nella resina da colata.

Lo stesso vale per gli oggetti che si vogliono incorporare nella resina – un sigillante aiuta sempre a ridurre le inclusioni d’aria in caso di dubbio.

 

 

 

Altra resina da colata Materiale

Per la lavorazione della resina da colata e dell’indurente e delle vernici esistono altri strumenti e ausili per la lavorazione della resina epossidica. I più importanti sono presentati qui:

 

Pesare e miscelare la resina epossidica

Per miscelare resina e indurente nel rapporto perfetto, vale la pena utilizzare una scala digitale. Per i sistemi in resina fusa, che vengono miscelati in base al volume, è utile una tazza di misura appropriata.

 

Additivi e materiale per l’incorporazione

La resina da colata è predestinata a incorporare oggetti in essa. Non c’è limite all’immaginazione – non ci sono limiti ai fiori secchi, agli animali, alle pietre.

 

Misure di sicurezza per la lavorazione della resina

La resina da colata non è innocua – non deve mai venire a contatto con la pelle. Pertanto i guanti di nitrile sono obbligatori durante la lavorazione. Gli occhi devono essere protetti anche con occhiali di sicurezza e si deve indossare una maschera di respirazione per evitare l’evaporazione durante la lavorazione..

 

 

Domande e risposte frequenti

 

Per quanto tempo la resina da colata si asciuga?

Questo varia molto a seconda del prodotto e della formulazione. A causa del tempo aperto più lungo rispetto alla resina epossidica, la resina colata ha anche un tempo di asciugatura più lungo di circa 24 – 48 ore.

 

Cosa può essere versato nella resina da colata?

In linea di principio, è possibile fondere tutti i materiali in resina da colata. I materiali che contengono aria, come il legno o altri materiali porosi, devono essere preventivamente sigillati con un sottile strato di resina epossidica per evitare la fuoriuscita di bolle d’aria durante la colata, che sarebbe difficile da rimuovere.

 

Quanto è stabile la resina colata?

La resina da colata è estremamente stabile e resistente. I piani d’appoggio in resina epossidica possono anche essere fusi con essa senza problemi.

 

Quanto diventa calda la resina da colata?

A differenza della resina di laminazione, la resina di colata diventa molto meno calda, poiché la reazione esotermica è ritardata. Questo è anche il grande vantaggio di questo materiale – soprattutto per gli strati più spessi e le grandi quantità.

 

Quali stampi per la colata della resina?

Gli stampi in silicone sono ideali per oggetti di piccole dimensioni. Tuttavia, anche le aree più grandi possono essere riempite con resina da colata, che sono delimitate da una costruzione in legno.

 

Quanto costa la resina da colata?

La resina colata non è esattamente un materiale economico. Per un litro di resina e indurente si può chiedere fino a 15 Euro. Ma qui vale la pena di affidarsi a prodotti di alta qualità affinché il risultato non sia una delusione.

 


Articoli simili